Sostiene e promuove il progetto

Educazione stradale

Cosa si intende per educazione stradale? Si tratta dell’insegnamento delle norme del codice stradale nelle scuole di ogni ordine e grado.

I destinatari sono i bambini e i ragazzi, per i quali è opportuna la conoscenza dei segnali per circolare a piedi, in bici o in motorino, con prudenza.

L’educazione stradale deve diventare una priorità affinché si promuova tra i giovani la cultura della sicurezza in strada, assumendo forme di convivenza responsabili, rispettando il contesto ambientale.

Dati GIORNALIERI del primo semestre 2023

437

Incidenti

7,6

Morti

588

Feriti

Perché questa petizione è importante?

Il Movimento Articolo 230 – Educazione Stradale è nato dalla volontà del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Camaiore, insieme all’Amministrazione Comunale di Camaiore, con l’intento di sensibilizzare all’attuazione del testo dell’articolo 230 del Codice della Strada.

Questo articolo stabilisce che la formazione all’educazione stradale sia obbligatoria nelle scuole di ogni ordine e grado. Secondo i dati ISTAT, solo nei primi sei mesi del 2023 in Italia si è registrata una media giornaliera di 437 incidenti, con 7,6 morti e 588 feriti (ISTAT).

L’introduzione dell’educazione stradale nelle scuole può contribuire a ridurre questi numeri tragici, fornendo ai giovani le competenze necessarie per comportarsi in modo sicuro e responsabile sulla strada. Chiediamo quindi un impegno concreto da parte degli organi preposti e di tutta la popolazione affinché venga attuato ciò che è stabilito dalla legge.  Firmate la petizione per sostenere questa causa importante.

Diseducazione stradale

Papa Francesco sostiene il movimento

Davide Cassani sostiene il movimento

Eraldo Pecci sostiene il movimento

Ivan Zazzaroni sostiene il movimento

Demetrio Albertini sostiene il movimento

Giovanni Branchini sostiene il movimento

Alessandro Bonan sostiene il movimento

Salvino Cavallaro sostiene il movimento

MOVIMENTO ARTICOLO 230 - EDUCAZIONE STRADALE

Il Movimento Articolo 230 – Educazione Stradale nasce dalla volontà del Corpo di Polizia Municipale di Camaiore, insieme all’Amministrazione Comunale di Camaiore, di concretizzare l’attuazione del testo della norma del CdS.

Il Comando di Polizia Municipale di Camaiore ha sempre perseguito, oltre alle consuete attività, anche una parallela iniziativa di PREVENZIONE con percorsi di educazione alla sicurezza stradale rivolti in particolar modo alle giovani generazioni. La necessità è quella di arrivare a coinvolgere in maniera profonda tutte le fasce d’età in un ampio progetto di sicurezza stradale, che ponga finalmente solidi pilastri per la tutela e l’incolumità di tutti gli utenti delle reti viarie nazionali.

Questa iniziativa deve però partire dalla scuola, come è già previsto dall’articolo 230 del Codice della Strada, che sancisce l’obbligatorietà dell’educazione stradale nelle scuole di ogni ordine e grado. Quanto in esso stabilito è purtroppo da sempre disatteso e non messo in pratica, salvo sporadiche iniziative. Un problema molto serio, generato da un’inadempienza normativa a cui è necessario sopperire, soprattutto per ovviare alle conseguenze di tale mancanza: la grave mortalità ed incidentalità rilevata in Italia. 

Giornata Europea della sicurezza stradale

Sei Versilia

Sostiene e promuove il progetto

SEI VERSILIA sostiene e promuoverà in tutti i Suoi eventi il neonato “Movimento Articolo 230: Educazione Stradale nelle scuole” lanciato dal Corpo di Polizia Municipale e dall’Amministrazione Comunale del Comune di Camaiore con l’intento di sensibilizzare all’attuazione del testo dell’articolo 230 del Codice della Strada.

Partner: